L’accettazione della morte

Questa mattina, uscendo per accompagnare il mio bambino all’asilo, ho trovato l’ambulanza davanti casa. Era lì per soccorrere un mio vicino anziano che era caduto nella sua abitazione.

L’ho incontrato proprio ieri, davanti al portone, che non riusciva ad aprire, ad infilare la chiave e ho notato che era stralunato. Ho offerto il mio aiuto ma si è rifiutato, come suo solito. Ogni volta che c’è un confronto con lui dice sempre che tanto per lui è già pronta una nuova casa di legno (intendendo la sua bara). Continua a leggere “L’accettazione della morte”